“Facciamo cambio?”, un libro originale e molto versatile!

Facciamo cambio copertina canva

Curiosando in libreria, poco tempo fa mi sono imbattuta per caso in questo libro, che già dalla copertina presentava caratteristiche accattivanti: un titolo curioso, tanti colori allegri e buffi animaletti di varie specie che scrutavano con vivo interesse il lettore.

Non ho resistito alla tentazione di aprirlo.. e ho fatto bene! Ho scoperto uno strumento di lavoro – io sono un’insegnante e lavoro con i piccoli – davvero versatile!

“Facciamo cambio?” è un silent-book – cioè un libro di sole immagini – piuttosto originale: presenta ordinatamente 5 coppie di animali o di persone – un pesce e un uccello, un pinguino e una scimmia, un coccodrillo e un cane, un pipistrello e una pecora, un papà e la sua bambina – i cui protagonisti vengono mostrati successivamente ciascuno nell’habitat dell’altro.

Un libro per bimbi grandi quindi? In realtà, non solo: con la pratica mi sono accorta che è adattissimo a letture su più livelli, dai piccolissimi fino a tutta la fascia prescolare!

Ecco qualche proposta di attività già sperimentata, divisa per età :).

Circa 6 mesi : esploriamo le immagini grandi, con le parole e con i segni

Facciamo cambio 2 canva

A quest’età potete sfruttare le pagine in cui sono presentati gli animali a coppie.

Le immagini, grandi e su fondo neutro, sono perfette per imparare a conoscere gli animali. Nominate ciascuna figura, descrivetela con cura – se utilizzate i segni dei piccoli incentivate soprattutto quelli relativi al nome dell’animale e al suo colore – e cercate di tenere alta la concentrazione del vostro bimbo aggiungendo ad ogni lettura qualche nuovo dettaglio, il verso, una filastrocca, una strofa di una canzoncina.

Circa 1 anno: osserviamo le immagini più dettagliate

Facciamo cambio 3 canva

Intorno all’anno potete presentare al vostro bimbo anche le immagini più ricche, avendo cura di descrivergli i dettagli più interessanti, e chiedergli di indicarvi gli animali e le persone presenti nelle figure.

Se usate i segni dei piccoli, ne utilizzerà già diversi ed è il momento di introdurne di nuovi e più complessi; ad esempio, il segno DOV’E’?

Circa 18 mesi : contiamo insieme e lavoriamo sulle emozioni

Facciamo cambio 4 Canva

Intorno all’anno e mezzo – spesso anche un pò prima – i bambini sono molto attirati da numeri e quantità, perciò potete aggiungere alle attività precedenti anche il contare le figure simili presenti nell’immagine – “Quanti uccellini ci sono qui?” – e spingere l’osservazione sulle espressioni e dei sentimenti di animali e persone – “Hai visto come è felice questa scimmia?”. Concetti come “stanco”, “contento”, “triste”, “spaventato” sono probabilmente già conosciuti dal bambino, che ama ritrovarli nelle immagini.

Se usate i segni dei piccoli, approfittatene per rinforzare quelli relativi alle emozioni; vedrete che proprio in questa fascia d’età il vostro bimbo li userà per raccontarvi qualcosa degli stati d’animo suoi e di altre persone!

Circa 2 anni: conosciamo meglio gli ambienti

Facciamo cambio 6 Canva

Ora che il bimbo conosce bene questi animali, poniamo l’accento sul loro habitat, usando termini sempre più specifici per raccontargli dettagli di cui prima non avevamo parlato. Andiamo oltre il libro e proponiamogli altre immagini, brevissimi video e attività che lo incoraggino a conoscere la natura nei suoi vari aspetti. Possiamo fare la stessa cosa anche sulle pagine che descrivono l’asilo e l’ufficio del papà: cogliamo l’occasione per raccontare qualcosa del nostro lavoro e di ciò che i bambini fanno a scuola!

Se usate i segni dei piccoli sfruttateli soprattutto per aiutare il vostro bimbo a creare delle categorie mentali: “corvi”, “gufi”, “pappagalli” – pur avendo, se si vuole essere precisi, ciascuno il proprio segno – sono tutti UCCELLI.

Circa 2 anni e mezzo: incentiviamo i primi racconti

Facciamo cambio 7 canva

Ora è il nostro bambino che può raccontarci ciò che vede, iniziando a descrivere in modo più preciso ciò che lo colpisce di più; cerchiamo di stimolarlo, facendogli tante domande che lo incoraggino ad osservare, a ragionare e a fantasticare.

Probabilmente a questa età non userà più i segni in modo spontaneo, ma possiamo sfruttare la lettura per utilizzarli ancora in modo mirato; è importante tenerli vivi il più a lungo possibile attraverso il gioco!

Da circa 3 anni in avanti: “Facciamo cambio?”

Facciamo cambio canva 8

Ormai il nostro bimbo ha l’età giusta per comprendere il vero significato del libro e ridere delle buffe situazioni che presenta.

Divertiamoci insieme, aiutiamolo ad inventare storie sempre più complesse a partire dallo scambio di habitat, poi usciamo dal libro e chiediamogli cosa succederebbe a “fare cambio” su semplici attività routinarie che conosce bene.

Buona lettura!!!

“Facciamo cambio”

Lucia Scuderi

Lapis Edizioni

Lascia un commento