Come leggere con un neonato? 5 consigli per iniziare!

Leggere ai neonati DEF

 

Introdurre un neonato al magico mondo della lettura è un’esperienza meravigliosa e gratificante, ma per i neogenitori spesso si rivela un’impresa più ardua del previsto: ecco 5 consigli per partire da subito con il piede giusto!

 

1) Scegliete con cura il luogo e il momento adatto

L’introduzione alla lettura condivisa dalla nascita richiede tempo, calma e moltissima pazienza.

Assicuratevi che il vostro bimbo abbia mangiato, sia pulito, non abbia sonno e abbia voglia di interagire con voi, poi accomodatevi insieme in un angolino tranquillo e luminoso della vostra casa.

Non usate i primi approcci alla lettura condivisa per distrarre il vostro piccolissimo in un momento in cui è agitato, non funzionerà! (Potrebbe invece funzionare la lettura rilassante di una storia che ha già ascoltato più volte quando era nel pancione!)

 

2) Proponete una sola immagine per volta

Iper-stimolare un neonato, cioè fornirgli inavvertitamente un sovraccarico di informazioni che il suo cervello ancora non riesce a gestire e che sfocia poi inevitabilmente in un pianto inconsolabile, è purtroppo un rischio da tenere in considerazione in qualsiasi attività facciate con lui.

Come prevenire questo inconveniente? Eliminate dall’ambiente in cui vi trovate tutti gli input che possano interferire con la lettura, dalle fonti visive troppo vicine (televisione, luci troppo forti..) a quelle sonore (cellulare, radio, rumori molesti..) e mostrate al vostro bambino, con calma, soltanto una figura per volta, insistendo su quella fino a quando vi manifesta il suo interesse.

 

3) Utilizzate materiale adatto

Più il vostro bambino è piccolo, più è utile iniziare a lavorare con figure grandi e nitide, dai contorni ben definiti; sul web si trovano facilmente siti dai quali acquistare o scaricare immagini anche in formato A4.

Nei primissimi mesi meglio utilizzare figure in bianco e nero, che stimolano la vista e l’attenzione; i colori possono essere aggiunti più avanti.

 

4) Parlate, raccontate, cantate!

Introdurre un bambino alla lettura condivisa significa, nei primi mesi, esplorare insieme le immagini, utilizzando ogni strumento che possa favorire l’interesse del piccolo: il vostro compito perciò non si limita a nominare la figura osservata!

Sicuramente è utile ripetere tante volte il nome dell’oggetto in essa rappresentato, ma potete arricchire questo momento di interazione con tutto ciò che la vostra fantasia vi suggerisce: via libera a filastrocche, canzoncine e piccole storie che possano incantare il bambino e fargli percepire la lettura come un momento prezioso e piacevole!

 

5) Utilizzate i segni dei neonati (udenti)

I segni dei bambini sono uno strumento di comunicazione che permette ai piccolissimi, che ancora non sono in grado di parlare, di esprimere attraverso le loro manine necessità, pensieri ed emozioni.

Iniziate ad utilizzarli già alla nascita del vostro bimbo e sfruttate i momenti dedicati alla lettura condivisa per trasmettergli i gesti che rappresentano gli oggetti che lo circondano: vi guarderà con sempre maggiore interesse e tra alcuni mesi sarà in grado di utilizzarli per “leggere” a sua volta!

 

Vuoi saperne di più?

Iscriviti ad uno dei nostri laboratori sulla lettura e sui segni per i piccoli; contattaci qui per maggiori info 🙂 !

 

Lascia un commento