Mamme e Cuccioli della Fattoria

text (1)

Conoscete i meravigliosi animali della ditta Schleich?

Si tratta di realistiche miniature di plastica, realizzate a mano e perfette nei dettagli, che si prestano a molteplici attività e che vengono utilizzate dai bambini soprattutto nel gioco simbolico e creativo. Li ho conosciuti per caso in Germania, dove un’interminabile distesa di queste statuine occupava un intero piano di un negozio, e poi mi sono accorta che li vendono anche da noi; sono un pò costosi, ma si tratta davvero di un materiale di ottima qualità.

Quando utilizzarli?

Le indicazioni della casa produttrice, come per tutti i giocattoli di questo genere, consigliano di proporli a partire dai 3 anni; in realtà, sotto costante e vigile controllo dell’adulto per evitare che vengano “assaggiati”, già prima del compimento del primo anno di vita possono essere sfruttati per alcune semplici esperienze sensoriali e non solo.

Come utilizzarli?

Con animali così belli e un pò di fantasia le attività possibili sono davvero infinite; un buon consiglio potrebbe essere quello di svolgerle anche in una seconda lingua che desiderate trasmettere al vostro bambino e di abbinarle all’uso dei segni dei piccoli.

In questo post ve ne propongo alcune di ispirazione montessoriana adatte anche ai più piccini, a partire circa dai 6-7 mesi.

Cestino dei Tesori

(ripreso liberamente dalla versione originale di E. Goldschmied)

text (2)

A cosa serve?

Ad esplorare gli oggetti con tutti e 5 i sensi, ad apprendere i nomi degli animali, ad incentivare la concentrazione e l’autonomia nel gioco.

Come fare?

Inserite all’interno di un cestino basso gli animali più grandi – magari all’inizio soltanto due o tre – e, rispettando i tempi di concentrazione e la curiosità del bambino, presentateglieli prendendoli uno per volta, avendo cura di ripetere più volte il nome di ciascuno e di descriverlo, partendo dalle caratteristiche più evidenti. Se utilizzate i segni, assicuratevi di ripetere spesso la combinazione nome dell’animale + segno.

Vi accorgerete che, ogni volta che ripeterete l’attività, il vostro bambino vi presterà maggiore attenzione, quindi potrete iniziare a fargli notare ulteriori dettagli.

Mistery Bag

www.tinyseedsinthewind.com (1)

A cosa serve?

Aiuta a sviluppare il senso stereognostico e stimola tutti gli altri; promuove la curiosità intellettuale.

Come fare?

Infilate uno degli animali che il bimbo già conosce in un sacchetto di stoffa scuro senza che possa vederlo e poi mostrategli il sacchetto, tenendolo in mano; chiedetegli con entusiasmo: “Chi c’è qui dentro?”, mostrandovi incuriositi e toccando l’esterno del sacchetto in modo che sia stimolato ad imitarvi.

Se utilizzate i segni, è un’ottima attività per lavorare sulle parole DENTRO, FUORI, NON LO SO.

Dopo aver creato la giusta aspettativa, aiutate il bimbo a prendere la miniatura dal sacchetto – o fatelo voi se ancora non è in grado – e poi lasciategliela esplorare, conversando con lui su ciò che osservate.

Gli animali Schleich presentano mantelli di consistenza molto diversa – liscia, ruvida, rugosa.. – perciò invitatelo a toccarli, presentandogli via via anche queste nuove parole.

Abbinamento tra miniature e flashcards

Le immagini qui utilizzate, scaricabili gratuitamente dal sito www.montessoriforeveryone.com, sono molto vicine alle nomenclature ideate da M. Montessori.

text (4)

A cosa serve?

A rinforzare i nomi e i concetti già appresi; a lavorare sugli abbinamenti, sulla selezione e sulla classificazione.

Come fare?

Presentate al vostro bimbo due flashcards che rappresentino animali molto diversi tra loro, nominandoli. Poi prendete una delle due corrispondenti statuine Schleich, nominatela e appoggiatela sull’immagine, facendogli notare che si tratta dello stesso animale. Procedete a fare lo stesso lavoro con l’altra, poi, se il vostro bambino si mostra divertito, ripetete l’attività più volte.

Vi accorgerete che, compreso il meccanismo, vorrà creare egli stesso gli abbinamenti; a questo punto potrete lavorare con altri due animali per volta, e un pò più avanti, anche con più flashcards e miniature insieme.

Abbinamento tra mamma e cucciolo

text (3)

A cosa serve?

A perfezionare la motricità fine, a migliorare la concentrazione e a lavorare sugli appaiamenti.

Come fare?

Preparate due cestini uguali: in uno predisporrete due animali “mamma”, nell’altro due animali “cucciolo”, avendo cura di scegliere coppie in cui madre e figlio siano molto simili.

Prendete un animale “cucciolo” dal cestino e nominatelo, poi chiedete al bambino: “Dov’è la sua mamma?” Prendete l’animale “mamma” dall’altro cestino e ditegli con entusiasmo: “Ecco la sua mamma!” Abbinateli e lasciateglieli esplorare. Quando notate un calo di interesse, rinnovatelo facendo la stessa operazione con il secondo animale, poi rimettete tutte le miniature nei rispettivi cestini.

Se il bimbo si mostra divertito ripetete l’attività più volte, introducendo nuovi animali in momenti successivi; una volta capito il meccanismo, proverà ad appaiarli a sua volta.

Se usate i segni, l’attività è perfetta per lavorare sulle parole MAMMA, BIMBO, GRANDE, PICCOLO, DOV’E’?.

Orme nella pasta di sale colorata

www.tinyseedsinthewind.com (2)

A cosa serve?

A perfezionare la motricità fine, a sviluppare la capacità di osservazione e a lavorare sugli abbinamenti.

Come fare?

Predisponete un piccolo strato di pasta di sale (o altre paste modellabili che se ingerite per errore non diano problemi) e un paio di animali grandi che abbiano orme molto diverse tra loro. Prendete una delle statuine e mostrate al bimbo che, appoggiandola sulla pasta, lascia le sue impronte; descrivetegliele e contatele insieme a lui.

Fategli provare a sua volta, aiutandolo se necessario, poi provate con altri animali – due o tre al massimo per volta – e fategli notare le differenze.

Buon divertimento 🙂 !

 

 

 

I commenti sono chiusi.